[googlemaps https://www.google.com/maps/embed?pb=!1m18!1m12!1m3!1d2799.638651492865!2d10.989411914972928!3d45.4367850432943!2m3!1f0!2f0!3f0!3m2!1i1024!2i768!4f13.1!3m3!1m2!1s0x477f5f443ff71301%3A0x6aa5413e56c17aa5!2sPiazza+Cittadella%2C+1%2C+37122+Verona+VR!5e0!3m2!1sit!2sit!4v1490864675366&w=600&h=450]
Home / comunicato / FAMIGLIA È FUTURO: IL GOVERNO DIMENTICA ANCORA UNA VOLTA LE FAMIGLIE – 16mag20

FAMIGLIA È FUTURO: IL GOVERNO DIMENTICA ANCORA UNA VOLTA LE FAMIGLIE – 16mag20

La totale assenza di visione e intervento diretto del governo nel nuovo decreto ha sancito di fatto la sua profonda estraneità al tema Famiglia, come se si trattasse di un segmento marginale del paese

Verona, 14 maggio 2020

«La totale assenza di una prospettiva e di un conseguente intervento diretto del governo nel nuovo decreto ha sancito di fatto la sua profonda estraneità al tema Famiglia, come se si trattasse di un segmento marginale del paese – così dichiara Filippo Grigolini presidente di “Famiglia è Futuro”. Zero soldi alle scuole pubbliche paritarie? – prosegue – se si escludono gli spiccioli per le scuole dell’infanzia, la scelta del governo è un autogol. Sia ideale – la libertà di scelta di alcuni cittadini è forse di serie B? -, sia economico: chi si occuperà di alunni e insegnanti che rischiano, da settembre, di “trovarsi a piedi”? Questo è un altro tema che non può essere dimenticato e che di riflesso andrà nuovamente a pesare sulle famiglie italiane».

Andrea Cona, consigliere in Terza Circoscrizione aggiunge: «Come faranno le famiglie con figli? L’interrogativo ormai inonda i social network ed è stato girato, senza risposte, al governo, che chiaramente non ha nessun piano per loro. Non può bastare un aumento dei congedi di quindici giorni, né un rinnovato bonus baby sitter, con importi che ricordano i miseri stipendi delle donne italiane ma che non possono certo coprire un mese di lavoro full time. Il rischio che tantissime donne lascino il lavoro è drammatico e concreto».

«Proprio in occasione della Giornata internazionale della Famiglia vediamo che il bonus figli da 160 euro è stato clamorosamente bocciato – afferma Antonio Zerman, vice presidente di Famiglia è Futuro, consigliere in Seconda Circoscrizione -annunciato e promesso dal Ministro per le pari opportunità e la famiglia, Bonetti. Ma alla fine non se ne è fatto niente, e questo ci dà il senso della visione del governo sul presente e sul futuro del Paese».

Famiglia è Futuro rilancia alcune idee proposte anche da altre associazioni come il Comitato Family Day, l’Associazione Nazionale Famiglie Numerose e il Forum della Associazioni Familiari, perché diventa necessario ed importante affrontare la situazione:

  1. istituire un assegno di 200 euro mensili per ogni figlio 0-18 anni, indipendente dal reddito; perché “ogni figlio vale”;
  2. garantire fino alla fine dell’anno scolastico la possibilità di fruire del congedo parentale straordinario con indennità all’80% della retribuzione dei genitori e affidatari costretti a non lavorare per accudire a casa i minori;
  3. inserire in forma stabile nella task force del MIUR per la riapertura delle scuole anche i rappresentanti dei genitori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top