[googlemaps https://www.google.com/maps/embed?pb=!1m18!1m12!1m3!1d2799.638651492865!2d10.989411914972928!3d45.4367850432943!2m3!1f0!2f0!3f0!3m2!1i1024!2i768!4f13.1!3m3!1m2!1s0x477f5f443ff71301%3A0x6aa5413e56c17aa5!2sPiazza+Cittadella%2C+1%2C+37122+Verona+VR!5e0!3m2!1sit!2sit!4v1490864675366&w=600&h=450]
Home / comunicato / RIPARTIRE CON IL TURISMO E LA CULTURA, RIPARTIRE DALLA FAMIGLIA

RIPARTIRE CON IL TURISMO E LA CULTURA, RIPARTIRE DALLA FAMIGLIA

Una decisa riduzione del costo degli ingressi ai monumenti per le famiglie, per ridare slancio alla cultura, al turismo e alle famiglie al tempo stesso

Verona, 20 giugno 2020

Ripartire con il turismo e la cultura. Ripartire dalla famiglia. Questo chiede “Famiglia è Futuro” per dare uno spunto immediato alla ripresa delle attività turistiche e del tempo libero, iniziando da una decisa riduzione del costo per le famiglie degli ingressi ai monumenti gestiti dal Comune di Verona e dai comuni della Provincia.

«A Verona i biglietti per visitare i musei civici non prevedono una tariffa familiare, e una famiglia con due figli sopra i 14 anni che vuole visitare l’Arena deve spendere ben 35 euro; – ha dichiarato Filippo Grigolini presidente di “Famiglia è Futuro” – probabilmente ci penserà bene prima di farlo, in un periodo di emergenza per le famiglie come questo.

Di più, per la tessera cumulativa “Verona Card”, che permette di visitare più monumenti, non sono previste tariffe familiari, nemmeno per chi è sotto i 14 anni, per cui una famiglia non sarà certo invogliata a spendere 20 euro a testa per questa opzione».

«Chiediamo al Comune di Verona e alle istituzioni di ricalibrare e ridurre in maniera decisa queste tariffe, già dalla imminente riapertura dei monumenti, per favorire l’accesso delle famiglie come indica anche uno degli obiettivi della nuova legge regionale sulla famiglia: “promuovere e favorire un turismo a misura di famiglia, proponendo modalità, servizi, tariffe e quant’altro possa servire a dimostrare che il Veneto è una Regione dove la famiglia è di casa”» – ha affermato Antonio Zerman, vice presidente di Famiglia è Futuro, consigliere in Seconda Circoscrizione – Ci auspichiamo che questo sia il punto di partenza per promuovere altre iniziative pubbliche e private, anche negli alberghi e nella ristorazione, a favore delle famiglie nel settore turistico per rilanciare i consumi.».

«Crediamo che questa iniziativa possa portare benefici molteplici: venire incontro alle famiglie nelle loro necessità economiche, di gestione del tempo libero e di educazione e crescita culturale dei figli, e nel contempo stimolare la ripresa delle attività turistiche della città» ha concluso Andrea Cona, presidente della commissione cultura in Terza Circoscrizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top